© 2024 Buka

Home
07 Settembre 2024

Fuoriorario Diurno

Paranoid London, Nema, Brillante, Psychophono

Situazione: Fuoriorario Diurno


BUKA
℅ Parco della Lambretta
Via Rubattino 37, Milano


Sotto il ponte:

15:00 – PSYCHOPHONO
16:30 – NEMA
19:00 – PARANOID LONDON hybrid/dj set
22:00 – BRILLANTE
01:00 – end

 

Nell’area esterna gratuita:

16:00 Workshop CrissCross 

European program to fight gender based violence in nightlife and leisure venues

con Cecilia Gaboardi e Davide Bombini insieme a TUTTO BENE

RSVP consigliato (troverai qui il link per partecipare)


Ingresso:

Alla porta o
in prevendita +dp qui

– 10€ fino alle 16:00
[ DISPONIBILI in prevendita,
DISPONIBILI alla porta in qnt limitata, fino ad esaurimento ]

– 15€ fino alle 18:00
[ DISPONIBILI in prevendita,
DISPONIBILI alla porta fino ad esaurimento ]

– 20€ dopo le 18:00
[ DISPONIBILI in prevendita,
DISPONIBILI alla porta fino ad esaurimento ]


Buka Infoline Members:
Accesso ad ogni ora con prevendita da 15€


Parcheggi:

Via Caduti di Marcinelle
Via Rubattino

L’ingresso alla festa è da Nord, via Caduti di Marcinelle


In caso di pioggia siamo al coperto.

Alla Festa trovi da mangiare tutto il giorno i piatti vegani-e-non con opzioni gluten free di Ovunque – Riot Catering


Politica d’ingresso:

Buka è una festa, non un locale, e come tutte le feste è anche un ritrovo di amiche, amici e conoscenti.

A chiunque viene dato il benvenuto: a chi arriva dalle amicizie allargate, alle persone semplicemente curiose e quelle completamente sconosciute.
A maggior ragione in questa festa su suolo pubblico, con una parte gratuita e una parte recintata per motivi di sicurezza.

Gli spazi utilizzati per fare festa però hanno ovviamente una capienza limitata.

Per questo l’organizzazione deve limitare gli ingressi, dando la precedenza a chi entra in Buka molto spesso e alle tipologie umane compatibili con la festa momento per momento, o allontanare chi non ha adeguato rispetto per lo spazio o chi sta partecipando.


All’interno della Festa:

PUNTO AIUTO TUTTO BENE


Anno: 2024

Festa Diurna sotto il Ponte di Rubattino dalle 15:00 all’1:00.

Ritrovo al Parco della Lambretta, sotto il viadotto della tangenziale.

La cultura della festa occupa uno spazio pubblico in fase di rigenerazione, valorizzato e messo a norma con l’Associazione Utopia che con il suo progetto di presidio territoriale cerca di animare questo spazio di paesaggio urbano del quartiere.

Qui con il Prince Healer Soundsystem parcheggiato tra i piloni di cemento e specchi d’acqua artificiali.

La festa parte dopo pranzo con la ricerca etnofolk e psichedelica degli Psychophono, poi Nema da Bologna, senior digger di Mintsound, ci guida con i suoi quattro quarti lenti e acidi, alle 19:00 i Paranoid London, duo cult della acid inglese, che tornano in Buka dopo 7 anni freschi di un nuovo album. Il finale è con Brillante,di nome e di fatto, e la sua techno proggy ed estatica. 

Nell’area esterna gratuita, alle 16:00, l’ultimo incontro con Cecilia Gaboardi e Davide Bombini di Criss Cross – European program to fight gender based violence in nightlife and leisure venues.

Sotto il viadotto trovi da mangiare tutto il giorno i piatti vegani-e-non con opzioni gluten free di Ovunque – Riot Catering.


Psychophono (ITA) dj set

Esploratori sonori, fanatici di etnomusicologia, Psychophono è un collettivo di appassionati “diggers” instancabili che raccolgono e selezionano musica psichedelica ed etnofolk tra gli anni ’50 e ’80 dai paesi tropicali di tutto il mondo.

Il loro suono nasce tra feste festini e festival milanesi e arriva alle  tournée tra isole Canarie, Grecia, Balcani e Giappone. Da diversi anni conducono un programma mensile su Radio Raheem.


Nema (ITA) dj set

Selector romano con tana a Bologna.
Ha curato con regolarità le performance audiovisive di Do.Ma.Ni. e dal 2016 rappresenta la quota senior del collettivo Mint Sound, brava gente ossessionata dal cloruro di polivinile.

Come dj tende ad assecondare la sua propensione verso un suono denso, certamente ipnotico e iterativo ma non rinuncia mai alle escursioni nei territori più obliqui e meno battuti dell’elettronica da dancefloor.


Paranoid London (UK) Hybrid /djset

Nuovo album e vecchia attitudine punk , portano in Buka l’ibrido dj set con macchine annesse.

Il duo, formato da Gerardo Delgado e Quinn Whalley, si è incontrato nel 2004, esattamente 20 anni fa.

È stato quando Quinn ha chiesto a Del, “Amico, cosa ti piace davvero?” e la risposta è stata “Acid house scatenata”, che le cose hanno preso forma.

Come Paranoid London – un nome nato dopo gli attacchi suicidi del 7 luglio 2005 – il duo ha pubblicato musica per oltre un decennio. Il loro primo singolo sotto lo pseudonimo One Last Riot è stato distribuito in negozi selezionati nel 2007. Il loro debutto live è avvenuto un anno dopo.

Del, nato nel Surrey, ha iniziato a fare il DJ all’inizio degli anni ’90, suonando set di beat balearici e house progressiva. Quinn, originario di Manchester, ha iniziato con i 1s e 2s come breakdancer a 12 anni, poi ha suonato ai rave organizzati dagli amici dei suoi genitori. Affascinato dalla house, è diventato un grande fan del leggendario DJ londinese Colin Faver. Entrambi hanno partecipato al “secondo summer of love” del 1988 in club come Land Of Oz, Rage e Shoom.

Nessuno dei due ha avuto alcuna formazione musicale. Secondo Del, “La house, come il punk, riguarda l’energia, non la nota o la chiave giusta.” Un esempio eccellente del loro rifiuto di essere messi in una scatola o fare ciò che ci si aspetta, è stato, per il loro secondo singolo, coinvolgere la luminaria originale della house di Chicago, Paris Brightledge, per realizzare la cover “Mark E. Smith” dei The Fall.

Il duo ha deliberatamente limitato la loro attrezzatura a hardware analogici vintage – un TR-101, 808 e 909, due TB-303, un vecchio Korg MS20, e a volte un sintetizzatore Yamaha preso in prestito e malconcio – e adotta un approccio “prima idea, migliore idea” alla produzione – “Se qualcosa non funziona entro 20 minuti, viene scartato e si passa oltre.”

Hanno anche adottato un approccio simile “improvvisato” per le performance dal vivo. “Sappiamo dove inizia e dove finisce… tutto il resto è da decidere sul momento”, dice Quinn. Questi concerti selvaggi, imprevedibili, spesso includono vocalist ospiti affini. Collaboratori chiave su disco e sul palco sono Mutado Pintado – il poeta beat / uomo del rinascimento della scena sleaze di NYC – e il campione LBGT+ della capitale britannica, Josh Caffe.

Da quando hanno lanciato il loro spettacolo dal vivo a pieno regime nel 2014, Paranoid London ha fatto tour in tutto il Regno Unito e nel mondo. Riempiono locali da Londra a Glasgow, portando il loro caos quasi controllato in luoghi caldi da Berlino a Marrakech, passando per le loro città spirituali di Detroit e Chicago. Lungo la strada, sono diventati favoriti dei festival – Glastonbury, Houghton, Love International, Dour, Movement e Dekmantel, per citarne alcuni.


Brillante (IT) dj set

Brillante trova il suo stile personale navigando tra generi e BPM, con la
capacità di mescolare brani rallentati, ibridazioni contemporanee, techno, progressive e trance,
unendo il vecchio e il nuovo per plasmare un viaggio fluido, ipnotico e profondamente
ballabile.

Crea esperienze musicali estatiche, catturando l’essenza
di un autentico rituale attraverso il potere della musica e della danza. Il suo set diventa un
viaggio sonoro che cattura l’immaginazione del pubblico. La sua musica è una testimonianza
dell’arte di superare i confini e celebrare la connessione tra le persone attraverso il suono e il
movimento.

Con la Buka condivide lo spirito profondo “della dignità del Ballo, della Festa e di tutti suoi praticanti” citando una sua release:

“Un rave è un rave, la festa del mondiale. Ora, nonostante tutto, confonderli è normale.
Se celebri lo stato è tutto più legale, ma io non ho nazione né consenso popolare
Ora, nonostante tutto, fare delirio è naturale. Ballare è normale, Rave ovunque, Rave legale”