fbpx
29 Giugno 2018

Planetarium

Terraforma 2018



Terraforma – Villa Arconati
Via Madonna Fametta 1 – Bollate (MI)

29/30 june – 1 july


BUKA Club Members
Reduced Festival Tickets
via Private link only

Limited availability- Until June 24th


The Planetarium opens its door in the park every day from 21:30 until 4:00

with Caterina Barbieri “Ectsaticstatic” sound installation starting every 60 min.

The opening at 21:30 on Friday the 19th will features

Paradoxes Laser show by Ortographe

 


Anno: 2018

Situazione: Extra

Per il quarto anno consecutivo Buka collabora con il festival a Villa Arconati e porta con Terraforma un Planetario nel parco della Villa.

Anche quest’anno gli iscritti Buka Club Members hanno disposizione un link privato per avere tutti i biglietti del festival ridotti.

Fig. 1) Temporary Planetarium – Cupola

 

In una zona appartata del bosco di Villa arconati, lontano dal palco principale, 50 persone alla volta possono estraniarsi e godere dell’installazione sonora di Caterina BarBieri, e per l’apertura venerdì, del laser show Paradoxes di Orthographe. Volendo la testa nel pallone come volando palloncini tra le stelle.

 

 

Fig. 2) Temporary Planetarium – Sezione

 

Una struttura di forma sferica usata come planetario mobile.

6,7 metri di diametro e 4,3 metri di altezza, innervati da tubolari d’acciao a sezione quadra che ne profilano la struttura meridiana.


PARADOXES 

è il laser show che inaugura e apre il labirinto venerdì alle 21:00,  il formato visivo e musicale che caratterizza l’omonima rassegna di musica elettronica per planetario di Ravenna.
Il movimento delle costellazioni, dei pianeti e dei diversi fenomeni astronomici (a cura di Marco Garoni – ARAR) prende forma dalla musica di Caterina Barbieri dialogando con gli effetti visivi realizzati da Orthographe  (Alessandro Panzavolta).

 

Paradoxes @ Planetario di Ravenna


Il laser show  interagisce in tempo reale con il contenuto musicale e la proiezione delle stelle. L’istallazione di diodi laser all’interno della cupola permette di creare delle geometrie di luce sospese sullo sfondo della volta celeste e il planetario diviene così un dispositivo preparato per generare uno show di laser e luci in 3D per una completa immersione nel contenuto musicale.

Orthographe Installation


ECSTATICSTATIC
è l’installazione sonora creata ad hoc da Caterina Barbieri.
Come pianeti invisibili ma sempre in movimento, le composizioni di Caterina evolvono lentamente intorno a infinite ripetizioni e cambiamenti di forme per esplorare il potere generativo e cosmogonico del suono.

 

Basata sull’uso esclusivo e disciplinato del macchinario hardware, la musica di Ecstaticstatic esplora l’uso creativo della computazione e complesse tecniche sequanziali per esplorare parallelamente i fenomeni della percezione umana fino a indurre un senso di estasi, trance e contemplazione.


 


 

Ci vediamo nei boschi di Villa Arconati.