fbpx
06 aprile 2019

Aperiafter –
Alicia Carrera

BUKA ℅ via Boffalora 15




BUKA
c/o via Boffalora 15, Milano
16:30 > 00:30


Sala 1
16:30 – JOSEPH TAGLIABUE
18:30 ALICIA CARRERA
10:30 – JOSEPH TAGLIABUE
00:30 – end

Sala 2
Record shop +

Fb | Ra | Zero


Ingresso:

5€ fino alle 17:30
Dopo 10 ridotto/15 intero

Drink 2×1 17:30 > 18:30
Cucina Aperta tutta la sera


Questo spazio è un circolo Acsi
Per accedere serve la tessera Acsi 2019 (5€)

Attenzione:
La capienza è limitata, priorità d’ingresso alla festa ad amici e Buka members

NO Pos / NO credit card


Anno: 2019

Situazione: Aperiafter?!

Arriva in Buka Alicia Carrera, dall’etichetta spagnola Hivern Discs.

Un’altra ‘digger’, ovvero collezionista maniacale di vinili e musica particolare fuori dagli schemi.
Non a caso è amica e pupilla di Vladimir Ivkovic e Lena Willikens, con cui si esibisce spesso e volentieri in terra Iberica.

Un asso nella manica calato al posto di Andrea Benedetti che non può ancora raggiungerci e ascolteremo in autunno.

Dopo aver incantato i ballerini di mezza europa al Sonar 2018, al De School, al Golden Pudel e in arrivo al Dekmantel 2019 atterra per la prima volta in Italia con i suoi suoni cosmici, wave, tribalismi lenti, new beat, dark pop e psych-synth.

 


In Sala1, di spalle, ai controlli del soundsystem:

 

Alicia Carrera (SP) dj set

Fotografa, grafica, produttrice, label manager ed editore, una giovane vulcanica con un approccio globale alla cultura contemporanea.

 

Come fotografa inizia con mostre personali, pubblicazioni, progetti curatoriali e mostre collettive.

Poi incorocia questa sua passione con la passione musicale e inventa la Fanzine Zauberstad, che produce autonomamente diventando Editore. La fanzine unisce contenuti musicali a collaborazioni grafiche di diversi artisti, collage e fotografia.

 

Zauberstab Zine N°2

 

Alla Fanzine è collegato il progetto Zauberstad Radio, una trasmissione mensile sull’emittente barcelloneta Dublab.es, dove si propongono viaggi musicali ai confini dell’editoria: Dark ambient, Library music, Sound Art, No wave, ecc. Lei la definisce ‘centrata sulla musica sconosciuta e oscura, di qualità’.

 

 

Come dj in pochi anni ha già ipnotizzato i palchi del Sonar, il Primavera e il Dekmantel.  

Se dovessimo etichettare il baricentro dei suoi dj set potremmo dire il nuovo suono cosmico europeo, tra wave, tribalismi lenti, new beat, dark pop e psych-synth. Qualcuno ha detto: ‘Dj-set per bar fumosi e albe invernali’

 

 

Ma da brava spagnola, intende cosmic con un’interpretazione calda e ‘disco’ che l’avvicina alla tradizione cosmica italiana e sud eruopea piuttosto che alla kosmiche music tedesca.

Ed è in rapida ascesa anche dal punto di vista editoriale, infatti da qualche anno Alicia è anche label manager della rinomata etichetta spagnola Hivern Disc fondata da Jhon Talabot, e sotto di lei sono già usciti i Khidja, oltre agli italiani Steve Pepe ed Eva Geist.

Venite ad ascoltarla in Buka prima di tutti gli altri.


 

Situazione Aperiafter

Alle 16:30 si aprono le porte, per i ballerini che aprono le danze con ogni drink ce n’è uno offerto dalla casa dalle 17:30 fino alle 18:30.

 

Nella sala principale il Sound System Buka, ovvero un impianto autocostruito dai ravers , poi una seconda stanza rilassante per una sessione d’ascolto di archivi sonori di collezionisti fanatici e per divertirsi con la musica senza prendersi troppo sul serio.

Ci sono cocktail curati, birra artigianale e cucina tipica Milanese sempre aperta, con piattini o piatti completi per mangiare ad ogni ora.

Alle 00.30 si abbassa la musica, arrivederci a chi ha da fare, sotto con l’after after per chi ce la fa.