fbpx

© 2020 Buka

Home

Mondo

2015 - 2019

L'idea di un' escursione approfondita tra i suoni elettronici dei paesi del Mondo nasce all'ex C.G.D. nel 2014, con la creazione di una sala appositamente dedicata.

Viene ripresa poi all'Ex-Cinema Aramis /Striptease, in viale Padova, il quartiere Boulevard di Milano, dove il kebab costa meno di un pacco di pasta e si sente più lo spagnolo dell'accento calabrese. Qui viene organizzato un Volume dedicato al medio oriente e la festa finale del Festival Sonido Classic.

Il riuscito intreccio internazionale con un’etichetta elettronica di provenienza ebraico-araba Mizhrai (‘Disco-Halal’), porta poi a concepire una situazione propriamente inter-culturale: i successivi ‘Volumi’ di Mondo sono esperimenti di club ibrido, venerdì in un ristorante club egiziano nella più estrema periferia della città, in collaborazione con lo staff e l’orchestra araba del locale.

Altri Volumi di Mondo sono la domenica sera in ristoranti latini, cucina etnica e ballo di fine week-end con sonorità morbide influenzate dal sud del mondo cosiddetto ‘sciamanico’: elettronica ipnotica e lenta con ispirazioni rituali, folkloristiche e meditative.

La situazione Mondo più emblematica e fertile si ripete ora nello sperduto ristorante egiziano El Tekkia: dopo cena si apre alla musica elettronica della Buka che qui ha ingaggiato dj d’avanguardia, turchi, marocchini e un’altra collaborazione continuativa con un’etichetta sperimentale israeliana (Malka Tuti), mentre il locale offre i suoi spettacoli di danze del ventre e dervisci.

Lo spirito interculturale della festa qui si rivela volutamente assurdo e divertente, sia per il contrasto degli stereotipi reciproci, sia per la posizione eccentrica del locale, dentro Milano ma fuori dal Mondo.